Categorie

Gomito del tennista valutazione e trattamento 1/e 2017

Editore: Ghedimedia
ISBN: 9788877800923
Autori: Lisi R
Disponibilità:
In Stock
Prezzo: 18,70€22,00€

Gomito del tennista, valutazione e trattamento 1/e 2017

Rodolfo Lisi

con la coolaborazione di Gabriele Medri

Ghedimedia

9788877800923

formato cm 16x24, pagine 120 con numerose illustrazioni e tabelle

Presentazione

Il libro Gomito del tennista, scritto da Rodolfo Lisi, merita attenzione. Da diversi anni, benché ancora giovane, l’autore studia e analizza le perturbazioni sull’atleta determinate dal tennis, sia in ambito fisiologico che patologico. Il libro si rivolge a lettori che praticano questo sport, amatori e professionisti, così come ai cultori della materia in quanto Medici dello Sport, Fisiatri, Laureati in Scienze Motorie, Allenatori, Fisioterapisti, Tecnici Ortopedici, che vogliano approfondire e rinverdire le loro conoscenze sui rapporti tra il tennis e la epicondilalgia.
Il tennis è pratica sportiva diffusa in tutto il mondo, piacevole a giocarsi e coinvolgente da seguire sugli spalti o in televisione. La sua pratica moderna nasce alla fine del XIX secolo, in Inghilterra, con un primo regolamento vergato da Walter Clopton Wingfield. Nel 1894 viene fondata da noi la Federazione Italiana (FIT), che attualmente conta quasi 100.000 tesserati. La popolarità di questo sport nel nostro Paese viene raggiunta attorno agli anni Settanta, con tennisti carismatici quali Nicola Pietrangeli e Adriano Panatta. Gli internazionali d’Italia restano tuttora un palcoscenico affascinante per i tennisti e gli spettatori di tutto il mondo.
Purtroppo, a fronte della piacevolezza di questa attività sportiva, il tennis espone i praticanti al rischio di ammalarsi di entesopatia dei muscoli estensori di polso e dita dell’arto superiore di impatto, causata dal sovraccarico funzionale. Questa patologia consiste nel determinarsi di una infiammazione, seguita eventualmente da degenerazione tissutale, nella zona di confine tra il tendine e l’osso, che vede susseguirsi, procedendo dal muscolo all’osso, il tessuto muscolare, tendineo, inserzionale, cartilagineo, osseo. Da qui la complessità di cura. L’epicondilite può raggiungere livelli di dolore e impotenza funzionale talmente elevati da costringere l’atleta alla sospensione temporanea o definitiva della pratica sportiva. Durante l’acuzie, il giocatore è costretto a modificare le tecniche di impatto e di giuoco, determinando secondariamente zone di sovraccarico funzionale anche distanti dal gomito interessato: un vero e proprio sovvertimento degli engrammi motori alla base del gesto atletico. Inoltre, particolare non secondario, l’impotenza funzionale determinatasi costringe la persona ammalata ad assentarsi dal lavoro, o a svolgere le proprie mansioni e attività giornaliere in condizioni precarie.
Questo libro, Gomito del tennista, si divide in approfonditi capitoli, tutti aggiornati alle ultime conoscenze. Nel primo capitolo si introduce l’argomento epicondilite, con una descrizione accurata dell’anatomia, della fisiologia, della patologia del danno. Nel secondo capitolo si descrive la similitudine tra due pratiche sportive per certi versi coincidenti, baseball e tennis; e questo diventa un divertente esercizio mentale per spiegare meglio il gesto sportivo. Nel terzo capitolo si analizza la tecnica di base, descrivendola e scomponendola per carpirne meglio i segreti. Il quarto capitolo analizza le attrezzature: l’uso di racchette, corde e palline sempre più sofisticate e reattive espone l’arto superiore a sollecitazioni che possono determinare l’epicondilalgia omerale. Il quinto capitolo, che riassume il trattamento riabilitativo per la disabilità in questione, entra nel merito della cura: descrivendo i protocolli fisioterapici di trattamento più accreditati e le terapie farmacologiche più adeguate. Tale descrizione non viene offerta come una panacea per tutti gli atleti infortunati; i quali invece dovranno essere prima di tutto singolarmente visitati da un laureato in Medicina e Chirurgia competente, che definirà la giusta diagnosi e avvierà il paziente alla cura individualizzata e specifica. Nelle ultime pagine del testo, in appendice, una ricca documentazione servirà a meglio comprendere e approfondire il rapporto tra epicondilite e tennis. Degna, infine, di menzione la estesa presentazione sia di scale di valutazione della patologia che della funzione e della disabilità, fondamentali nel seguire il paziente nel tempo, così da registrare i miglioramenti indotti dalle cure e dalle modifiche funzionali.
Auguro, in conclusione, a tutti una piacevole e proficua lettura; a questo libro, una vita letteraria intensa testimoniata da tante adesioni; e auguro all’autore stesso di intraprendere, una volta riposatosi dalle fatiche di queste pagine, un nuovo appassionante progetto editoriale sul tennis.

Calogero Foti
Professore straordinario in
Medicina Fisica e Riabilitazione
Direttore della Scuola di Specializzazione in
Medicina Fisica e Riabilitazione
Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”


 

 

Libro
Anno 2017
Autori Lisi R
Edizione 01
Volume 1
Formato 16x24
Pagine 120
Aspetto Brossura

Scrivi una recensione

Il Tuo Nome:


La Tua Recensione: Nota: Il codice HTML non è tradotto!

Punteggio: Negativo            Positivo

Inserisci il codice nel box di seguito: